Juve agli ottavi di Champions

La Juventus batte 1-0 il Valencia e conquista la fase successiva della Champions League, bisognerà attendere l’ultimo turno contro gli svizzeri dello Young Boys per ottenere il primo posto del girone.
La squadra bianconera è parsa troppo imprecisa nel primo tempo, tanti errori in fase di rifinitura e di transizione della sfera, contro la miglior difesa della Liga spagnola.
Una Juve che crea un paio di occasioni da rete ma che viene salvata da una parata miracolosa di Szczesny proprio allo scadere.
La squadra di Allegri migliora i propri errori, e nel secondo tempo riesce a sfondare la barriera valenciana, coronando un’azione stellare sull’asse Cancelo-Ronaldo-Mandzukic è segnando la rete importantissima del vantaggio.
Gli spagnoli provano a raggiungere il pareggio ma la Juventus regge, lottando contro gli avversari e la stanchezza, alla lunga la mancanza di sostituti a centrocampo si fa sentire, soprattutto in Pjanic.
Chiellini e Bonucci erigono un muro, Cancelo fa la prestazione, Cuadrado, entrato al posto di Alex Sandro per una noia muscolare, da spinta e difende.
Un match più duro del previsto agli occhi di tanti tifosi, che magari non considerano un fattore, il Valencia di Marcelino è una compagine molto cresciuta rispetto all’andata specialmente in fase difensiva.
La Juventus tira ben 18 volte verso la porta di Neto, centrando lo specchio 7 volte, numeri importanti che però non nascondono una prestazione buona ma senza squilli eccelsi, senza dimenticare che la Vecchia Signora ha rischiato pochissimo in tutti i 94 minuti di partita.
Lo stesso Ronaldo, fantastico esecutore del passaggio gol per Mandzukic, il solito guerriero e goleador, sbaglia qualche passaggio di troppo.
Ma non si può essere sempre stratosferici in ogni gara, in ogni momento. La Juventus va meritatamente agli ottavi di Champions, il primo mini obiettivo della stagione è stato centrato, come da programmazione tabellare.
Ora riposo breve, poi sarà già ora di affrontare la Fiorentina in campionato, con la speranza che qualche infortunato possa rientrare, ogni riferimento a Bernardeschi non è assolutamente casuale.

2018-11-28T00:54:26+02:00Novembre 28th, 2018|Franco Leonetti|