Juve in scioltezza, Spal battuta

Minimo sforzo massimo risultato, la Juve spadroneggia contro la Spal, senza mai rischiare nulla.
Perin, alla sua seconda presenza, non ha avuto modo nemmeno di sporcarsi i guantoni.
Una Juventus a bassi regimi, in perenne controllo sugli avversari, supportata da una buona prestazione corale, con performance di rilievo da parte di A. Sandro, De Sciglio e Bentancur, finalmente si è rivisto un ottimo D. Costa, partenza di stagione in ombra la sua.
Il brasiliano è un interprete straordinario e le sue accelerazioni bruciati hanno incenerito i ferraresi, buon segnale questo, Allegri ha bisogno delle sue prove di livello galattico.
Quando è concentrato e in forma, diventa un lampo, letteralmente imprendibile. CR7, 9 gol in 13 gare in campionato, mette in rete un gran bel gol in controbalzo , aprendo il piattone mancino, una rete che dimostra, se ce ne fosse ancora bisogno, che sa sempre trovarsi nel posto giusto con un timing invidiabile. Alla faccia di chi, in estate, ironizza a sul suo arrivo e sulla sua età anagrafica. Match sigillato da Mandzukic, giocatore importante, che si nota quando non è sul prato verde. 37 punti in classifica, nuovo record di punti, insomma buona Juve contro la Spal, che ora deve mettere tutta la concentrazione massima sul Valencia, una partita da vincere, per ottenere il pass di Champions agli ottavi.
Sfida più difficile di quanto non s’immagini, c’è da cancellare la sconfitta interna, immeritata, contro lo United.
Servirà una Juve determinata e cattiva per chiudere i giochi, poi si faranno i conti per il primo posto nel girone, ricordando che ci sarà ancora la trasferta svizzera contro lo Young Boys. Allegri proverà a recuperare Bernardeschi per martedì, rientrerà Dybala in avanti, e servirà la sua effervescente qualità per battere gli spagnoli.
Martedì sera allo Stadium la Juventus ha l’opportunità di centrare il primo mini obiettivo della stagione. Serata magica, torna la Champions.

2018-11-24T21:17:50+01:00Novembre 24th, 2018|Franco Leonetti|