Szcesny conserva, Allegri ribalta la Lazio

La peggior Juve della stagione la si vede nel primo tempo all’Olimpico contro la Lazio di Simone Inzaghi.
Bianconeri abulici, molli, senza le giuste posizioni in campo, spaziature sbagliate, tanti, troppi errori individuali e sistemici, una Juve orribile, al cospetto di una Lazio con nerbo, idee e gran gamba che pressa i bianconeri, incapaci di uscire con fraseggi o palla al piede.
Szczesny opera 7 interventi tra prese a terra e respinte, un paio sono assolutamente decisive per il risultato.
Nonostante la brutta prova la prima frazione si chiude a reti bianche, senza che Ronaldo e soci siano stati capaci di concludere una volta verso la porta laziale, zero tiri. Nella ripresa, la Juve si assesta e pare meglio disposta sul campo ma cade subito per un autogol di Emre Can, e rischia di capitolare ma Immobile sbaglia e il portiere polacco si fa trovare pronto. Poi Allegri decide di invertire la rotta, legge magistralmente il match e opera i due cambi che sparigliano le carte, dentro Cancelo e Bernardeschi, e la Juve con due accelerazioni porta a casa il risultato.
Sulla prima l’ex viola si mangia campo e avversari bruciando l’erba, secca conclusione di Dybala e Cancelo gol, nella seconda sempre Bernardeschi va sul fondo e Cancelo si procura il rigore netto che porta la Juve a vincere un match insperato che si era messo anche molto male.
Szczesny il migliore in campo, Allegri la vince da par suo da grande tattico, con la speranza che Bonucci non abbia un problema serio alla caviglia.
Tra 3 giorni la Juve è attesa a Bergamo per una gara da dentro o fuori, e serviranno più giocatori in buona salute, per raggiungere le semifinali di Coppa Italia.
Intanto lo squadrone bianconero si gode l’ennesimo record, +11 sul Napoli alla seconda di ritorno, e pensare che il 2019 è appena iniziato.

2019-01-27T23:20:30+02:00Gennaio 27th, 2019|Franco Leonetti|